Home| Sitemap| Contact| FAQ

Main Language: DE   FR   IT   EN
Fallback Language: DE   FR   IT        

Diritto degli stranieri

Diritto degli stranieri

In Svizzera viene applicato un sistema duale per l’ammissione degli stranieri. Persone provenienti dagli Stati membri dell’UE/AELS che svolgono un’attività lucrativa possono approfittare delle opportunità offerte dall’accordo sulla libera circolazione delle persone. Sono ammessi invece in misura più limitata persone con mansioni direttive, specialisti nonché lavoratori qualificati provenienti da tutti gli altri Stati.

Basi giuridiche

Legge federale del 16 dicembre 2005 sugli stranieri (LStr)

Ordinanza del 24 ottobre 2007 sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA)

Ordinanza del 22 maggio 2002 concernente l’introduzione graduale della libera circolazione delle persone tra la Confederazione Svizzera e la Comunità europea e i suoi Stati membri nonché gli Stati membri dell’Associazione europea di libero scambio (Ordinanza sull’introduzione della libera circolazione delle persone, OLCP)

Ordinanza del 22 ottobre 2008 concernente l’entrata e il rilascio del visto (OEV)

Accordo sulla libera circolazione delle persone (Accordo del 21 giugno 1999 tra la Confederazione Svizzera, da una parte, e la Comunità europea ed i suoi Stati membri, dall’altra, sulla libera circolazione delle persone)

Direttive

Istruzioni concernenti l'introduzione graduale della libera circolazione delle persone

Istruzioni comuni del 1° luglio 2008 concernenti l’impatto dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone con l’UE e dell’Accordo AELS sulle prescrizioni in materia di collocamento e di personale a prestito

Direttiva "Procedura da seguire per il confronto internationale
Tabella di calcolo secondo la direttiva "Procedura da seguire per il confronto internationale